RIMONTE E STRAVOLGIMENTI DI RISULTAT: GLI HIGHLIGHTS DI SAN LAZZARO-OZZANO

RIMONTE E STRAVOLGIMENTI DI RISULTAT: GLI HIGHLIGHTS DI SAN LAZZARO-OZZANO

“Pochi ma buoni” potrebbe essere il motto della partita di domenica scorsa tra San Lazzaro 90 e Virtus Ozzano, entrambe costrette per via delle numerose assenze a reinventare i propri line-up con giocatori fuori dai propri ruoli e pochi lanciatori a disposizione.

Si tratta di una partita cruciale per il campionato dei Crazy Boys di Ozzano, che a due giornate dalla fine si trovano in testa al girone a pari merito con gli Imola Redskins e vedono questo incontro come una finale. Per il San Lazzaro invece è un incontro utile per dimostrare che il risultato dell’andata, finito per 11-1 in favore della Virtus, era solo un inciampo di percorso.

La partita inizia proprio in favore dei nero-verdi che al primo inning salgono in vantaggio per 2-0 grazie a quattro valide consecutive contro Ballestri, il partente dell’Ozzano: un inizio inaspettato se si considera che nella gara di andata Ballestri aveva congelato l’attacco del San Lazzaro concedendo veramente poche battute.

Da lì in avanti il San Lazzaro prende il giusto ritmo in difesa, merito soprattutto del giovane partente Bertoletti che con un lavoro impeccabile non permette all’Ozzano di segnare nessun punto sul tabellone. Dal canto suo il San Lazzaro, come è successo molte volte in questa stagione, riempie le basi in più occasioni ma non concretizza nulla, e il risultato resta bloccato sul 2-0.

Al settimo inning inizia una partita tutta nuova. Scende dal monte del San Lazzaro Bertoletti per dare spazio a Luca Colombari. Nonostante qualche incertezza difensiva, riescono ad uscire ancora una volta indenni grazie a una giocata da “highlights” di Ingraito che, dopo una presa al volo in tuffo in esterno sinistro, fredda il corridore che si era staccato dalla prima base effettuando due eliminazioni che chiudono l’inning. È all’ottavo che i padroni di casa perdono il controllo mentre le mazze dell’Ozzano si scaldano e fanno entrare quattro punti ribaltando il risultato. Non si fa aspettare la risposta del San Lazzaro che nello stesso inning mette a segno altri quattro punti contro Monopoli il nuovo lanciatore della Virtus, riportandosi in vantaggio.

L’ultimo inning non è da meno. Sale sul monte Maiorelli che fatica inizialmente a trovare lo strike, venendo poi sostituito per Massa. Entrano altri quattro punti a favore della Virtus e il risultato viene ribaltato nuovamente. Il San Lazzaro non si dà per vinto e mostra i denti, riuscendo a portare il risultato sul 8-7 per gli ospiti, ma la loro offensiva si ferma senza strappare il punto del pareggio che li avrebbe portati agli extra inning.

Vince la partita l’Ozzano con i suoi Boys oggi più Crazydel solito, che riescono a portare a casa una partita che pesava come una finale. Domenica prossima ci sarà l’ultima di campionato, dove Virtus e San Lazzaro affronteranno le due imolesi, rispettivamente Redskins e Tozzona. Ci si aspetta un finale di campionato al cardiopalma, con Redskins e Ozzano che si contendono l’accesso ai playoff e San Lazzaro che cerca di chiudere il campionato in bellezza.

 

Michele Floris