Medaglia di Bronzo alla Lazio Paracadutismo ai Campionati Italiani di Paracadutismo Sportivo

Medaglia di Bronzo alla Lazio Paracadutismo ai Campionati Italiani di Paracadutismo Sportivo nella Speed Skydiving “lo sport più veloce al mondo non motorizzato” record personale del Presidente Atleta Carmine “Lino “ Della Corte con 455,12 Km/h all’ottavo round.



La Lazio Paracadutismo torna dopo due anni nella disciplina Speed Skydiving e lo fa nel Campionato 2020 che si è svolto a Fano dal 2 al 4 Ottobre, Campionato che rimarrà scolpito nella storia del Paracadutismo Italiano.

Nonostante le restrizioni dovute al COVID -19, il 50% di atleti in meno e alle condizioni meteo che hanno condizionato fortemente i lanci di gara, il Campionato è andato avanti grazie alla grande sportività di tutti gli atleti in gara che hanno dato il massimo della loro disponibilità alla Direzione di gara, ai giudici e allo Staff iniziando a gareggiare alle 7.30 di mattina pur di portare al termine la competizione che si è conclusa come da regolamento senza nessun incidente.

Sei le discipline in campo, 90 atleti, 7 Giudici di cui due Internazionali dall’Olanda, due aeromobili Pilatus Porter che salivano e scendevano in continuazione per i tre giorni di gara. Tra queste la disciplina Speed Skydiving che oltre all’assegnazione del titolo Nazionale vedeva anche l’assegnazione del trofeo Internazionale Open con la partecipazione di due grandi atleti stranieri over 500,00 Km/h Marco Hepp (Germania) e Fabu Wernli (svizzera) i quali hanno reso ancora più interessante la gara.

Carmine “Lino” Della Corte per la prima volta partecipava alla competizione con il nuovo sistema di registrazione della velocità FlySight GPS, mentre in passato aveva gareggiato nel primo Mondiale (2016) e ai due campionati Italiani (2017 e 2018) con il vecchio sistema barometrico che lo collocava al 102° posto del ranking Mondiale con un velocità di 420,45 Km/h.

Nonostante la mancata partecipazione dell’esercito e di altri competitori la gara è stata comunque avvincente. Nei tre giorni di gara il vento in quota variava da un minimo di 40 a un massimo di 60 nodi in quota gara (4000 metri) ma nonostante tutto, il risultati sono stati ottimi malgrado i pochi lanci di allenamento nel 2020 Causa COVID-19

Nel lancio di prova è stata raggiunta la velocità di 453,23 km/h , per i primi sei lanci la media era di 440,00 km/h, mentre, negli ultimi due lanci grazie anche ai preziosi consigli del Campione Europeo Marco Hepp cambiava completamente la gara infatti,nel settimo lancio la velocità raggiunta è stata di 450,26 Km/h e 455,12 Km/h nell’ultimo round classificandosi al 33° posto del Ranking Mondiale. La media gara su otto round è stata di 443,31 Km/h. Il secondo posto è stato sfiorato per una differenza minima di 0,6 Km/h.

In questo Campionato la S.S. Lazio Paracadutismo ha presentato la nuova maglia ufficiale del nuovo settore agonistico che prende il nome di “EAGLES KNIGHTS” , presente anche lo stemma dell’Aero Club di Frosinone con cui è stato raggiunto un accordo per lo sviluppo del Paracadutismo Sportivo all’interno dell’aeroporto Moscardini dove ha la sede operativa il sodalizio ciociaro a partire dalla fine dell’anno.

Dopo la grande prestazione inaspettata l’obiettivo 2021 rimane il podio per accedere alla Nazionale che parteciperà al MONDIAL in Siberia dall’ 8 al 22 Agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *