SuperLega: Globo BPF Sora v Top Volley Latina – 11 giornata ritorno Superlega 2018-2019

Veroli. PalaCoccia. Con quasi mille spettatori va in scena il derby laziale tra Sora e Latina che in classifica si distanziano per un solo punto. I ciociari arrivano da una sorprendente vittoria contro Vibo Valentia mentre i pontini sono reduci da una brutta sconfitta contro Civitanova. Forse il fattore umorale avrà la meglio.

Primo set. Latina sbaglia tante battute che fanno sfumare tutti i punti conquistati. Le squadre si studiano finchè il solito Petkovic comincia ad attaccare in diagonale. Ottimo muro a 3 di Latina riporta in parità il punteggio (10-10) ma sfuma tutto con il solito errore in battuta. Si va avanti così fino al 16-14. Petkovic e Di Martino cominciano a far ingranare la squadra che si porta a +4 dopo un ace di Marrazzo. Entra Parodi per Latina che recupera un paio di punti e, con l’errore di Joao e la murata di Rossi su Petkovic, il set arriva a 23-21. Comunque il duo di Sora si fa subito perdonare dai tifosi firmando i due punti per chiudere il set.

Secondo set. Il muro di Latina con Gitto comincia a dare i suoi frutti e Ngapeth comincia a scaldare il braccio ma l’ace di Petkovic riporta in parità il punteggio (3-3). Sora si trova a dover inseguire il punto della parità ma può contare sempre sulle battute sbagliate di Latina. Santo Petkovic batte e schiaccia per chiudere il punto fino al sorpasso del 11-9. E prende il largo al 14-10. Secondo ace di Marrazzo per 19-15 grazie alla rete che blocca la palla e la rilascia rallentata nella prima linea sorpendendo tutti. Muro a uno di Joao chiude il set 25-19.

Terzo set. Latina rialza la testa e parte col ruggito per tentare di spaventare i padroni di casa ma le solite battute sbagliate non aiutano il tabellino. Barone mura Petkovic (2-5) poi tocca a Joao ad essere fermato da un bel muro a due per il 2-6. Mai stato tanto vantaggio per gli ospiti che lo mantengono fino al  5-9. Con un’elevazione spettacolare Petkovic accorcia le distanze ma poi sbaglia il servizio (si fa subito perdonare bissando l’azione d’attacco precedente). Stern T. fa il miracolo e mette a tabellino il primo ace della squadra (8-14). I quattro punti di distacco si mantengono fino al 15-19. Poi il Sora reagisce e porta a -1 la differenza.  Latina con Barone e Rossi  non molla e  continua a restare sopra. Chiesto da Sora il Videocheck sul 20-23 e si  aggiudica il punto ma Latina agguanta il 24esimo punto e chiede un check su schiacciata di Petkovic che potrebbe chiudere il set. La palla è dentro ma lo stesso Ptkovic sbaglia la battuta e regala il set che finisce 22-25.

Quarto set. Si insegue la parità punto su punto, per lo meno non ci sono più errori consecutivi in battuta e si cerca di recuperare ogni palla, Sora per chiudere ed arrivare nona in classifica e Latina per una botta di orgoglio ed evitare la quarta sconfitta consecutiva. Tra ace (pochi), muri, schiacciate e ricezioni si arriva al 14-15 in totale equilibrio. Gli scambi non sono lunghi nè combattuti ma si arriva comunque al 17-17. Ora le battute le sbaglia Sora prima con Petkovic e poi con Fey ma ci pensa Barone a riconsegnare il punto per arrivare al 20-21; altro errore in battuta e si arriva al 20-22. Colpo di coda e si arriva al 23-24 ma Latina non riesce a chiudere. Serve un colpo di genio ed arriva con Rossi che si eleva e dice basta con forza e convinzione (eh sì l’orgoglio fa miracoli).

Quinto set. Inizio sempre punto su punto poi Kedzierski fa il suo dovere al servizio e mette in difficoltà gli avversari, Sora a + 3. Torna il servizio a Latina con Sottile e un mega muro di Rossi porta il punteggio a 7-6 poi Parodi firma il pareggio. Joao mette sulle mani del muro un palla che poi schizza fino al soffitto per l’8-7 ma subito dopo si mangia il servizio. Palacio porta in vantaggio i pontini ma vengono presto riacciuffati. Sempre pari a 11 e poi Petkovic firma il + 1. Con un tifo pazzesco del PalaCoccia si arriva a pari 13 con l’adrenalina che sale. Latina +1; pari 14 con Joao che recupera un pallone dato perso ma Rossi  riporta a +1.  Pari 15 con mani e fuori di Petkovic ma Joao manda fuori il servizio quindi +1 a Latina che chiude il match con un check per invasione. Risultato finale 15-17.

MVP: Simone Parodi

10 marzo 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *