Basket: buona la prima della Virtus Roma contro Cassino

Buona la prima per i ragazzi di coach Bucchi al ritorno al Pala Lottomatica dopo quattro anni dall’ultima volta. La stagione sportiva dei giallorossi, infatti, si è aperta con un netto 86-71 ai danni di Cassino, arrivato al termine di una gara dominata dall’inizio alla fine dalla formazione padrone di casa. 

Un successo che, oltre ad aver confermato i pronostici iniziali, ha saputo cavalcare l’onda di un entusiasmo ritrovato all’interno di un ambiente che non sognava più da diversi anni e derivato almeno in parte dall’ottima campagna acquisti effettuata in estate. 

L’ unico breve momento di incertezza si è presentato all’ inizio del quarto parziale, quando Cassino era riuscita ad accorciare le distanze avvicinandosi al muro delle 10 lunghezze. Qui, poi, è uscito tutto il valore dei due americani, con un canestro da tre di Moore, scaturito da un grande recupero di Sims, che ha riportato la Virtus a distanza di sicurezza e fatto esplodere i circa 2.000 tifosi presenti al Palazzetto. 

Questa prima gara, poi, oltre ad aver fornito ottime risposte da parte dei nuovi innesti, con i 17 punti di Moore e i 24 di Sims, ha saputo anche dare piacevoli conferme,come quella arrivata dalla buonissima prestazione di Landi, decisivo con 16 punti messi a segno. 

Cronaca: Nel primo quarto l’equilibrio si è rotto verso la metà, con il 2/2 di Landi dalla lunetta che ha dato il via all’allungo della Virtus Roma. Qui, la squadra di Bucchi ha approfittato del calo mentale di Cassino e
e con la segnatura di Moore allo scadere è riuscita  a chiudere sul 27-17.

Da questo punto in poi, la gara ha cominciato a prendere una direzione ben precisa, con Cassino che non è stata più  in grado di impensierire seriamente la formazione padrone di casa. Con il passare dei minuti, poi, la Virtus è riuscita ad aumentare ulteriormente il margine, toccando il massimo vantaggio sul risultato di 51-33, ottenuto anche grazie ai due canestri in rapida successione di Baldasso, (di cui uno da tre punti) con il quale si è concluso il primo tempo.

Anche nel terzo quarto la storia non cambia, con la formazione giallorossa che si è mostrata nettamente superiore ai propri avversari, allungando ancora sul 61-41 e avendo il merito di mantenere praticamente invariate le distanze. 

Nella prima fase dell’ultimo parziale però, un sussulto d’orgoglio da parte della squadra ospite aveva accorciato le distanze. Tuttavia, un ottimo recupero di Sims e il conseguente canestro da tre di Moore hanno riportato la Virtus a distanza di sicurezza, prima di chiudere il match sul definitivo 86-71.

VETTESE: “Siamo abbastanza soddisfatti di alcune cose provate in settimana. In fase iniziale eravamo riusciti a controllare la gara. Verso la fine del primo quarto poi abbiamo subito il ritmo di Roma, che è una squadra di assoluto livello. Sicuramente c’è molto su cui lavorare ma devo dire che a tratti la squadra ha risposto bene.”

BUCCHI” Tornare qui al Palalottomatica è stata davvero una grande emozione. Complessivamente sono soddisfatto della prestazione offerta dai miei ragazzi, forse dovevamo fare qualcosina in più nel secondo tempo per non permettere loro di avere alcuna speranza di rimonta. Nel complesso peró sono molto soddisfatto. Alcuni ragazzi probabilmente hanno pagato un po’ l’emozione, Alibegovic per esempio ha fatto un precampionato ottimo, e credo che la prestazione sottotono di oggi sia un caso isolato. Se devo trovare qualcosa su cui lavorare è proprio l’intensità e la continuità, con l’obiettivo di mantenere alta la tensione per tutto l’arco dei 40 minuti, ma ci arriveremo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *