Ottimi tempio per Rea ai test di Portimao

Prima nuovamente fuori dai blocchi e ancora una volta in testa alle schermate dei tempi, Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) non ha perso tempo nel secondo giorno del test ufficiale di Portimao, avendo concluso quasi un secondo più veloce del resto del campo. le temperature della pista sono aumentate ancora una volta. Vincendo il record sul giro con il tempo di 1.41.192, il campione del mondo in carica significa affari sul suo ZX-10RR.

È stato il secondo giorno più forte per il Team Pata Yamaha Official WorldSBK, mentre Alex Lowes e Michael van der Mark hanno completato le prime tre posizioni, mettendo a segno oltre 250 giri tra loro durante i due giorni. Lowes, che ha subito due crash in questo test, ha concluso la giornata al secondo posto con un tempo di 1.42.140 mentre ha lavorato sul nuovo pneumatico Pirelli, pensando al resto della stagione. Mentre van der Mark, che era sullo stesso programma del suo compagno di squadra, ha finito in terza posizione, il suo tempo a 1.42.182. Lavorando in questa stagione e nel 2019, sono stati due giorni produttivi in ​​Portogallo per i vincitori della gara 2017.

L’uomo più veloce di giovedì, Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati), ha concluso i primi quattro nella prova, chiudendo con un tempo di 1.42.254 e facendo più giri di qualsiasi altro pilota. Preparando gli ultimi quattro giri con la Ducati Panigale R, Melandri e il compagno di squadra Davies hanno lavorato all’allestimento per le gomme Pirelli nell’ultimo giorno. Mettendo in short stint e approfittando delle condizioni soffocanti nel pomeriggio, il duo ha lavorato duro per finire quarto e quinto.

I due piloti Ducati Xavi Fores (BARNI Racing Team) e Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) hanno effettuato due solidi giorni di test sulle loro Panigale R, concludendo rispettivamente al sesto e al decimo posto. Fores ha lavorato con una malattia, quindi ha avuto due duri giorni in pista e stava facendo dei giri per migliorare il ritmo della Superpole per tutta la mattinata. Rinaldi stava lavorando a fianco del team ufficiale, inserendo stint più corti con le gomme Pirelli.

L’italiano Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia) ha trovato un miglioramento nel suo ritmo di apertura e si è classificato tra i primi sette, poiché stava guidando con il pneumatico più grande fornito da Pirelli. Il suo miglioramento di 1.42.713 dopo aver completato oltre 140 giri lo mette in una condizione più stabile per la gara qui a settembre. Mentre Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) ha completato 146 giri e si è concluso in undicesima posizione, con il pilota irlandese che ha effettuato un duro test intorno al circuito delle montagne russe.

E ‘stata una fine difficile per la Red Bull Honda World Supebike Team, visto che Leon Camier è stato costretto a tagliare l’ultimo giorno a causa di un dolore alla schiena, dopo aver subito un infortunio nei test Suzuka 8 ore. Ma con la squadra che è arrivata lunedì per un test privato di due giorni, il pilota britannico ha lavorato molto durante tutta la settimana con la sua nuova moto e ha chiuso in ottava posizione generale con un tempo di 1.42.718; con 74 giri completati. Mentre il compagno di squadra americano Jake Gagne stava per uscire dall’ultimo giorno per far posto al connazionale PJ Jacobsen, ma il duo ha concluso la giornata in pista insieme rispettivamente in 13 ° e 15 °.

Lo spagnolo Jordi Torres (MV Agusta Reparto Corse) continua a lavorare con la sua macchina italiana ea fare passi come nuovo nella rosa per il 2018. Guardando il forcellone, il telaio e l’ammortizzatore e l’elettronica sono stati due giorni impegnativi per il team , finendo in nona posizione; il suo tempo a 1.42.800.

I ciclisti proseguiranno ora con la pausa estiva, in vista del 10 ° round stagionale all’Autodromo Internacional do Algarve dal 14 al 16 settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *