International Boxing Night: Serata storta per Ranaldi che si ritira, bene invece Gavrilita

Si é svolta ieri 4 maggio, al PalaSantoro, l’International Boxing Night. Una serata che ha visto la compartecipazione di dilettanti e professionisti. Il match di cartello è stato sicuramente quello tra Valerio Ranaldi e il serbo Savic, dove l’atleta italiano si è dovuto arrendere, sotto i colpi dell’avversario, alla sesta ripresa. All’evento erano presenti anche alcune cariche della Federazione, come il presidente Vittorio Lai e i consiglieri Fabrizio Baldantoni e Sergio Rosa.

Il match clou dell’evento di ieri sera, è stato sicuramente quello tra Valerio Ranaldi e il serbo Savic. E’ considerato un match di prova in vista della sfida valida per l’Unione Europea dei supermedi con lo spagnolo Ronny Landaeta. Il test si è trasformato in una bocciatura per il nostro e una promozione per l’avversario. Ha uno stile tutto particolare Savic, che schiva con abilità e assesta colpi apparentemente lenti, ma efficaci. Ranaldi dà subito l’impressione di non essere nella serata migliore. Ci vogliono due round per rendersi conto che l’avversario non scherza.Nel terzo c’è il risveglio con maggior decisione, ma la 6° ripresa é quella decisiva: Ranaldi regge fino a quando Savic con un rabbioso uno-due, lo colpisce alla punta del mento mandandolo al tappeto. Nella quarta ripresa Savic mette la quinta e costringe allo scambio un Ranaldo non molto lucido. L’atleta italiano sembra non farcela e al quinto round di nuovo appoggia mani e ginocchio al tappeto, si rialza, ascolta il conteggio ma barcolla mentre dal suo angolo fanno capire che basta così. C’è un po’ di confusione sul ring, ma è abbandono. Adesso per il pugile romano e per il suo team é tempo di riflessione.

Tra i professionisti, Gavrilita, moldavo “de Roma”, che si allena all’Audace, se la vede invece con Smilic. Dal secondo round Gavrilita imprime maggior ritmo e prende i mano la situazione di fronte ad un avversario che piazza di tanto in tanto diretti per alleviare l’assedio. Nel terzo round Gavrilita sembra aver trovato la strada giusta alternando colpi al corpo e al volto. Nel quarto non molla e costringe l’avversario a subire il conteggio dopo una serie prolungata con il relativo stop dell’arbitro. 

 

, è stato il turno degli Youth, i più giovani.  Fois(Casalbruciato) e  Centi(Action) si studiano molto e l’incontro prosegue equilibrato con fasi alterne, la vittoria va a Centi, apparso più preciso. Tra D’Innocenzo(Audace) e Di Giacomo(Casalbruciato) é il primo a pressare per tutto il match, ma i giudici premiano i diretti di Di Giacomo. Ricco(Invictus) e Cisse(Bodymind) si danno battaglia ma il secondo non sembra in gran forma, cosi Ricco vince. Minella(Top Rank) batte Valentini(Invictus), Capobianco (Roma Est) ha la meglio su Nigrelli(Top Rank) e infine nella sfida elite tra i due pesi medi Carnicella(Audace) e Sabbatini(Colonna) finisce in parità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *