Basket: Vittoria importante per la Virtus Roma contro Roseto in gara 1 play-out

La Virtus Roma batte Roseto per 91-83 in gara -1 dei play-out. Una vittoria tanto sofferta quanto necessaria in casa Virtus Roma, arrivata al termine di una partita ben giocata da entrambe le squadre, Roseto ha cercato più volte di impensierire i padroni di casa, riuscendo, in più situazioni, a recuperare il risultato, che per buona parte della gara è stato dalla parte dei padroni di casa. Il merito dei ragazzi di Bucchi è stato proprio quello di non disunirsi nei momenti di difficoltà, e attraverso una lucidità, che più volte era mancata in questa stagione, sono sempre riusciti a rimettere la testa avanti. Appuntamento a giovedì 3 maggio in Abruzzo per gara -2, che rappresenta adesso il primo match point per la squadra capitolina. 

Ottima prestazione da parte dei due americani Roberts e Thomas, il primo uscito dolorante dopo pochi minuti del primo quarto, facendo impensierire tutto il pubblico del Palazzetto, per un infortunio al ginocchio. Il numero 24 giallorosso è poi rientrato sul terreno di gioco riuscendo ad essere determinante per la vittoria della propria squadra. Da sottolineare anche le prestazioni di Baldasso, che ormai da tempo sfodera ottime prestazioni in cabina di regia, e di Landi, decisivo nel finale con una tripla capace di far scattare in piedi tutto il Palazzetto dello Sport. 

La cronaca;  Il primo acuto della partita, è rappresentato dalla tripla di Baldasso che vale il +5 Virtus sul risultato di 12-7. Un avvio di gara che è tuttavia contrassegnato dall’equilibrio. Pochi minuti dopo la tripla firmata Baldasso, infatti, Roseto accorcerà a -1 con Lupusor. Quando mancano 2 minuti al termine del primo quarto, Roberts insacca la palla del 16-14, ma poi ricadendo a terra si procura un infortunio al ginocchio che lo costringe ad abbandonare il campo. Al suo posto dentro Davide Raucci. Match che in questa fase si gioca punto a punto. Due segnature di Casagrande regalano, per due volte in rapida successione, un +2 a Roseto. Proprio allo scadere, sul punteggio di 19-20, Parente non solo interrompe l’azione offensiva avversaria, bensì, guadagnando fallo, dà vita all’azione che porterà Landi a segnare il punto del momentaneo+1 da sotto canestro. Pochi istanti dopo arriverà il pareggio di Roseto dalla lunetta. Primo quarto che si conclude 21-21.

Nel secondo periodo, da segnalare il rientro di Roberts, che fa tirare un sospiro di sollievo ai tifosi presenti al Palazzetto. Dopo il canestro di Parente, Roseto ha l’opportunità di ritrovare il pareggio con Contento, ma dalla lunetta fa ½ e accorcia a -1. Nell’azione successiva sarà Thomas a a regalare il +3 Virtus Roma. (27-24). Equilibrio che non accenna a rompersi, le due squadre giocano a viso aperto e sembrano non risentire della tensione tipica di una gara di questo tipo. Contento si rende artefice di una buona azione in contropiede, concludendo con una schiacciata che regala a Roseto il -1. Poi la Virtus esce di nuovo fuori, e con Landi e Thomas si prende il +5. (43-38). Al rientro del time-out chiamato da Bucchi, Contento fa 2/2 dalla lunetta e accorcia. Dopo due punti segnati da Thomas, Parente spreca una colossale opportunità. E’ bravo a recuperare palla a centrocampo, si invola tutto solo verso l’area avversaria, ma poi sbaglia da sotto canestro, permettendo così a Roseto di accorciare con Infante sul 45-42, con il  quale si concluderà il primo tempo.

Landi dalla lunetta è il primo a far muovere il punteggio nel secondo tempo.  La prima fuga della gara si registra dopo 3’ del terzo quarto, quando Baldasso dalla lunetta porta la Virtus a +9. Carlino ha subito l’opportunità di accorciare, ma la sfrutta parzialmente facendo 1/2. Il canestro di Chessa dalla lunetta regala il +10 alla squadra di Bucchi. Buon avvio dei giallorossi in questo inizio di secondo tempo. La squadra di Bucchi non riesce a mantenere la doppia cifra di vantaggio, e subisce il ritorno della squadra ospite, che tenta di avvicinarsi il più possibile, siamo sul 59-53, quando Infante si trova dalla lunetta, ma fa solo ½ e Roseto è a-5. Saranno le triple di Contento e Carlino, pochi attimi dopo, a far scattare in piedi tutto il settore ospiti. Roseto completa la rimonta e vola a +3. Altre due triple, questa volta colorate di giallorosso, portano la Virtus nuovamente avanti. (65-63). Partita divertente adesso al Palazzetto. La squadra di Bucchi prova a ricostruire un buon margine di vantaggio in un gran finale di terzo quarto. Determinanti i punti di Roberts che portano i giallorossi ancora a +7. Ottima reazione dei ragazzi di Bucchi, che non si sono disuniti nel momento più complicato della partita, Roseto era riuscita a completare una bella rimonta da -10 a +3, ma i giallorossi, guidati dai due americani Thomas e Roberts mantengono alte concentrazione e lucidità, chiudendo il terzo periodo avanti. (69-62)

Ultimo quarto che si sblocca grazie alla tripla di Filloy, che regala un momentaneo +10. Un’altra tripla di Thomas, poi, porta il risultato sul 77-66. Prima parte di quest’ultimo quarto in cui la Virtus riesce a mantenersi sempre intorno alle dieci lunghezze di distanza su Roseto. Nel finale, la Virtus subisce un altro ritorno da parte di Roseto, che in pochi minuti riesce a trovarsi sul -6 e con due tiri liberi a disposizione, Bucchi è costretto a chiamare il time-out. Di Bonaventura fa 2/2 dalla lunetta e riapre del tutto i giochi, a 4’ dalla fine (81-77). I due tiri liberi realizzati da Marulli regalano un finale di fuoco al Palazzetto. (81-79). Determinante la tripla di Landi a 30 secondi dalla fine, che fa esplodere di gioia il pubblico sugli spalti, e porta la Virtus a +6, sull’87-81. Il 2/2 di Baldasso dalla lunetta e  la segnatura di Carlino muovono ancora il risultato nel finale. Il match terminerà con i due tiri liberi realizzati da Chessa che fissano il risultato sul 91-83.

VIRTUS ROMA-ROSETO 91-83 (21-21; 45-42; 69-62), il tabellino:
ROMA: Maresca, Chessa 4, Baldasso 9, Lucarelli ne, Landi 20, Filloy 3, Roberts 25, Thomas 25, Parente 5, Raucci. All.: Bucchi.
ROSETO: Carlino 19, Ogide 13, Lupusor 4, Contento 18, Di Bonaventura 6, Lusvarghi, Zampini, Casagrande 7, Marulli 9, Infante 7. All.: Di Paolantonio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *