Volley: le azzurre dell’U17 volano in finale contro la Russia

L’Italia raggiunge la finale dei Campionati Europei U17 femminili. Come riportato dal sito ufficiale della Fipav, le azzurre del Ct Marco Mencarelli, dopo un avvio complicato e poco e fortunato, riescono a rialzare la testa e a superare la Bulgaria con il risultato di 3-1. Adesso l’Italia affronterà la Russia nella finale per il titolo. Nell’altra semifinale la Russia travolge la Turchia con un nettissimo 3-0 (25-18, 25-18, 25-14). A complicare le cose in avvio di match anche l’uscita di scena di Sofia Monza, colpita già alla vigilia della gara da un virus intestinale, e nel finale un infortunio alla caviglia per Linda Nwakalor, la cui entità è ancora da valutare. 

La cronaca:  La Bulgaria, trascinata da un pubblico caldissimo, forza subito la battuta e mette in difficoltà le azzurre in avvio, portandosi avanti prima 1-3 e poi 4-8 con la temibile Yordanova. Il servizio di Monza permette all’Italia di tornare in scia (8-9) e un ace di Nwakalor vale il pari sul 10-10; il primo vantaggio azzurro arriva sul 16-15, ma le padrone di casa non mollano e riprendono il comando con tre punti consecutivi di Yordanova (18-21). L’Italia resta in scia fino al 21-23, poi Georgieva chiude con un attacco e un servizio vincente. 
Anche in apertura di secondo set l’Italia va sotto 2-5 sul servizio di Atanasova, ma Omoruyi e una scatenata Consoli (tre muri vincenti) firmano la rimonta e il sorpasso per il 9-6. Georgieva pareggia subito i conti e si torna a lottare punto a punto: Consoli prova a regalare un altro break alle azzurre (15-13), ancora Georgieva pareggia sul 17-17. Entrano Pelloia e Bulovic, allo sprint un muro di Nwakalor e due errori bulgari valgono il 24-21, e la battuta out di Yordanova segna la fine del parziale (25-22). 

Galvanizzate dal pareggio, le azzurre partono a mille nel terzo set: due ace di Nwakalor e tre muri di Consoli per il break dell’8-1. La Bulgaria risponde con un turno di servizio altrettanto efficace di Atanasovic (8-5), ma Cortella e Omoruyi allungano ancora (12-5). Cortella con la battuta propizia la fuga del 16-6, Omoruyi e Bulovic dilagano per il 22-8 e un altro muro di Consoli vale il 25-10.Anche il quarto set si apre nel segno dell’Italia: 3-0 con doppio ace di Pelloia e 5-1. Un servizio vincente della nuova entrata Kristina Yordanova rimette in partita la Bulgaria (8-6) che pareggia i conti sul 9-9; il testa a testa tra le due squadre continua (13-11, 16-15, 20-19) e si arriva in perfetto equilibrio sul 22-22. A questo punto Georgieva regala due set point alle padrone di casa, ma l’Italia li annulla entrambi; ai vantaggi sono le azzurre ad avere due chance (25-24, 26-25) e, sul 27-26, a festeggiare finalmente grazie all’attacco out di Georgieva.

Al termine della gara, il Ct Marco Mencarelli, ha commentato così la prestazione della sua squadra;“Una semifinale facile non l’ho mai giocata nella mia vita, e contro la squadra di casa è ancora più difficile: il pubblico e l’ambiente sono aspetti che incidono tantissimo sulla tranquillità delle giocatrici, soprattutto a questa età. Siamo partiti molto nervosi, sentivamo la gara e il malessere di Sofia Monza non ci ha aiutato a trovare il ritmo del gioco, ma siamo riusciti comunque a fare la differenza grazie alla battuta, a partire dal secondo set. Domani sarà un’altra battaglia, dovremo cercare di arrivarci nelle migliori condizioni recuperando le giocatrici acciaccate”.

Italia-Bulgaria 3-1 (21-25, 25-22, 25-10, 28-26), il tabelino:
Italia:
 Blasi (L), Bolzonetti 3, Bulovic 5, Cagnin ne, Consoli 15, Cortella 8, Frosini ne, Graziani ne, Monza 1, Nwakalor 7, Omoruyi 19, Pelloia 2. All. Mencarelli.
Bulgaria: Georgieva 26, Ilieva 5, Todorova, Yordanova M. 16, Karabasheva (L), Atanasova 6, Sasheva, Licheva, Saykova, Yordanova K. 1, Makedonska (L) ne, Nikolova 6. All. Gunchev.
Arbitri: Kramar Sandl (Croazia) e Vasileiadis (Grecia).

Il programma
Sabato 21 aprile
Finale 7°-8° posto: Slovenia-Germania ore 9.
Finale 5°-6° posto: Romania-Bielorussia ore 11.30.
Finale 3°-4° posto: Turchia-Bulgaria ore 14.30.
Finale 1°-2° posto: Russia-Italia ore 17.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *