Rugby; Una super Lazio regala emozioni a non finire contro la capolista Calvisano

Lazio batte Calvisano 36-24. Il match giocato oggi, 7 aprile, al Giulio Onesti di Roma tra la Polisportiva Lazio e il Calvisano, apparentemente sembrava la sfida tra Davide e Golia. In effetti Calvisano, primo in classifica e campione d’Italia in carica, aveva assolutamente bisogno di punti ma non aveva previsto sulla propria strada una Lazio affamata e pronta a lottare su ogni pallone giocabile.

La cronaca: I primi dieci minuti sono stati un’anteprima di quella che, per il Calvisano è stata una gara assolutamente sottovalutata da parte dei campioni d’Italia. Nel primo tempo accade il contrario di ciò che si aspettava, la Lazio domina in ogni zona del campo e la maggior parte delle ruck si risolvono a favore dei biancocelesti, che chiudono con il parziale di 22-5. La sintesi della partita è racchiusa in un’azione d’attacco condotta magistralmente dai padroni di casa, che trovano nei quadricipiti e nella velocità supersonica di Francesco Bonavolontà, l’arma vincente per poter orchestrare il contropiede che sigilla il risultato di fine primo tempo nettamente a favore dei laziali.

Nella ripresa la musica cambia un po’, Calvisano non ci sta a perdere così ed è per questo che negli spogliatoi mister Montella alza il volume della sveglia e incita i suoi a non demordere. Gli ospiti attaccano ininterrottamente e la palla è quasi sempre nella metà campo biancolceleste. Dopo venti minuti della ripresa e tre mete(due per il Calvisano e una laziale) il punteggio è inchiodato sul 29-17. Tra gli spalti i tifosi cominciano a far rumore, a farsi sentire e a spingere i propri verso la vittoria e, nel momento migliore del Calvisano arriva il paradiso per la Lazio. Gli ultimi minuti sono il preludio alla vittoria, la Lazio contiene la capolista e dopo un recupero che sembra non finire mai arriva il fischio finale: Lazio batte Calvisano 36-24.

Le parole del presidente: A fine match, il presidente della Lazio Alfredo Biagini commenta così la gara giocata dai suoi ragazzi; Oltre alla grande contentezza per il risultato bisogna dire che i ragazzi hanno fatto una partita straordinaria contro un avversario importante. C’è da chiedersi perché questa reazione è arrivata solo alla penultima di campionato con tante vittorie sfumate  per inerzie, ma in questa partita abbiamo tenuto il campo in modo eccezionale sfruttando al meglio tutti gli errori commessi dal Calvisano. Loro sono certamente una squadra solida e preparata ad ambire ad obiettivi importanti, ma in partite come questa alla fine la spunta chi ha più voglia di vincere e di portare a casa la partita. I ragazzi hanno avuto una grande tenuta nel secondo tempo con una grandissima prestazione in termini di concentrazione e di tenuta mentale e fisica.

Bisogna certamente ringraziare tutti per la grande partita odierna, con un grazie particolare rivolto a Daniele Montella e a tutto lo staff per questa vittoria. Non è facile gestire una stagione con tante sconfitte, con vittorie sfumate all’ultimo mantenendo lo stesso alta la concentrazione e trovando sempre la strada per ripartire. Credo abbiano fatto un grande lavoro e questo gli va ampiamente riconosciuto. In questo momento godiamoci però questa importante vittoria”.

S.S.Lazio Rugby 1927 v Patarò Calvisano 36-24 (22-5), Il tabellino;

Marcatori: p.t. 5’ m.  Ceballos tr Ceballos (7-0) , 18’ m. Antl tr Ceballos (14-0), 24’ cp Ceballos (17-0), 26’ m. Bonavolontà F. (22-0), 40’ m. Zanetti (22-5) s.t. 45’ m. Susio tr Novillo (22-12), 61’ m. Freytes tr Ceballos (29-12), 71’ m. Ceballos tr Ceballos (36-12), 74’ m. Cafaro tr Novillo (36-17), 79’ m. tecnica Calvisano (36-24)

S.S Lazio Rugby 1927: Antl; Di Giulio, Guardiano, Giacometti (65’ Giancarlini); Bonavolontà F. (72’ Santoro); Ceballos, Bonavolontà D. (45’ Giangrande); Freytes; Filippucci (cap), Pagotto; Cicchinelli, Riedi (40’ Pierini); Forgini (68’ Amendola), Cugini, Di Roberto (58’ Marsella)All. Montella

Patarò Calvisano: Tuimavave; Balocchi, Lucchin (15’ Mortali), De Santis (70’ Chiesa); Susio; Novillo, Semenzato; Venditti; Pettinelli, Archetti (cap), Andreotti (60’ D’Onofrio), Zanetti (16’-27’ Cafaro) 50’ Tuivaiti) (55’ Tuivaiti); Leso (50’Biancotti), Luccardi (60’ Giovanchelli), Fischetti (60’ Cafaro). all. Brunello

arb. Claudio Blessano (Treviso)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *