Olimpiadi: gli azzurri al Quirinale per la consegna dei tricolori

Questa mattina, 27 marzo, Arianna Fontana, portabandiera azzurra ai giochi, e Giacomo Bertagnolli, alfiere della squadra paralimpica, hanno rappresentato la delegazione, degli atleti protagonisti ai giochi di Peyongchang,accolta al Quirinale dal presidente Mattarella. Alla cerimonia erano presenti, inoltre, le più alte cariche dello Sport italiano, tra cui Giovanni Malagò

Bentornati al Quirinale, un saluto cordialissimo a tutti atleti e dirigenti. Ci sono state diverse vittorie al femminile il che è un bel dato che incoraggia“. Cosi’ il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, agli atleti che hanno vinto medaglie ai Giochi olimpici e paralimpici di PyeongChang, durante la cerimonia di riconsegna del tricolore. “Il Tricolore con le vostre firme sono un bellissimo ricordo e il segno che avete rappresentato con grande prestigio il nostro Paese, grazie, bentornati e complimenti”, ha aggiunto il Presidente.

Anche il Presidente del CONI Giovanni Malagò si è espresso e complimentato con gli azzurri, soprattutto con i giovani atleti in gara: “L’Italia è uscita a testa alta da questi giochi, e non solo per i risultati ottenuti. I nostri rappresentanti hanno fatto una bella figura e sono stati un esempio per i comportamenti assunti che vanno oltre le medaglie vinte. Siamo orgogliosi di essere qui e di essere italiani“.

Successivamente sono stati gli atleti a prendere la parola durante la cerimonia. La portabandiera Arianna Fontana, un oro, un argento e un bronzo nello Short Track, ha commentato così il proprio stato d’animo; “Ancora non riesco a crederci. Non mi rendo conto a pieno di quello che ho fatto. Tutto questo è grazie alla bandiera della quale ero la prima rappresentante in questi giochi”, afferma la campionessa Olimpica, che prosegue ; “La bandiera mi ha dato una carica pazzesca, quella spinta in più che una volta in pista sono riuscita a tirare fuori, una grinta che avevo ma non riuscivo a esprimere da tempo”

Infine,è stato il turno dell’azzurra che è riuscita a prendersi la scena in questo inizio di 2018, Sofia Goggia . Dopo l’oro nella discesa libera a Peyongchang, lo scorso 14 marzo è arrivata anche la vittoria nella coppa del mondo. Sofia risponde così alle voci che la vedrebbero come portabandiera alle prossime Olimpiadi di Pechino nel 2022“Io portabandiera a Pechino? Non ci ho ancora pensato ma penso che la bandiera debba portarla qualcuno che ha calcato e vissuto la neve da anni e che ha portato a casa risultati e tante medaglie… Tra quattro anni si vedrà, ora mi godo questi risultati e questa pace con me stessa. Io penso molto alla giornata e di stagione in stagione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *